TWELFTH NIGHT 4 KIDS di W. Shakespeare, Atto IV – adattamento di Germana Maciocci, bozza, estate 2011

Atto IV

Scena I

(Il giardino di Olivia – Ent. Viola/Cesario e Feste)

(Davanti alla casa di Olivia – Ent. Sebastiano e Feste)

Feste

Giurereste, mio signore, di non avermi mai incontrato?

Sebastiano

Lo confermo, sir buffone, ecco, prendi questi e da me commiato.

(Ent. Sir Andrea, Sir Tobia e Fabiano)

Andrea

Vi ritrovo, vil signore, questo avete meritato! (lo batte)

Sebastiano

Forse il mondo è impazzito? Ecco quel che avete dato! (lo colpisce)

Feste

Corro dalla mia signora tutto quanto a raccontare. (esce)

Tobia

(A Sebastiano) Fermo lì, caro signore, più il mio amico non colpite!

Sebastiano

Da parte ne ho anche per voi, se di tediarmi non finite!

(Ent. Olivia)

Olivia

Fermi, pazzi, cosa fate? Il mio amico lasciate stare!

(Escono Sir Tobia, Sir Andrea e Fabiano)

Oh Cesario, mi dispiace, spero mi vogliate ascoltare,

venite a casa mia, tutta la storia vi voglio raccontare.

Al caro cugino un bel colpo voglio augurare,

il mio povero cuore nel tuo ha fatto tremare.

Sebastiano

Se questo è un solo un sogno, addormentato voglio restare (escono).

Scena II

(La casa di Olivia – Ent. Maria e Feste)

Maria

Mascherati, ti prego, un curato devi sembrare;

ora attendi qui da bravo, che Tobia vado a chiamare (esce).

Feste

Ora un povero folle anche il prete deve fare,

aggiustiamoci la tonaca, ed andiamo ad incominciare.

(Entrano Sir Tobia e Maria)

Tobia

Che Giove vi benedica, o gentil signor curato;

dal nostro prigioniero ora andate, tanto di voi egli ha cercato (indica la stanza dove è rinchiuso Malvolio).

Malvolio

(Da dentro la stanza) Chi mi cerca? Ser Topazio?

Vi prego dalla mia signora andate!

Ponete fine a questo strazio:

la mia buia prigionia tosto cessate!

Feste

Di quale buio mi parlate, vergognatevi signore!

Piena di luce è la vostra cella, buia invece la vostra testa!

Malvolio

Carta e penna vi chiedo, sul mio onore,

a donna Olivia voglio inviare la mia protesta.

Buffone!

(Escono Maria e Sir Tobia)

Feste

(Con la voce del buffone stavolta)

Eccomi, Malvolio, mi appresto ad aiutarvi,

per ora vi lascio una canzone, spero possa allietarvi (canta uscendo):

I am gone, sir,
And anon, sir,
I’ll be with you again,
In a trice,
Like to the old Vice,
Your need to sustain;
Who, with dagger of lath,
In his rage and his wrath,
Cries, ah, ha! to the devil:
Like a mad lad,
Pare thy nails, dad;
Adieu, good man devil.

 

Scena III

(Il giardino di Olivia – Ent. Sebastiano)

Sebastiano

Aria, sole, dono di perla splendente:

cosa mi accade, sto sognando o son desto?

E dov’è Antonio, amico eccellente?

Avrei proprio bisogno di un consiglio onesto.

Son savio o son matto, e di Olivia cosa dire?

Aspettiamo di vedere come la storia andrà a finire.

(Ent. Olivia)

Olivia

Se quanto avete detto, signore, credete,

se amore eterno giurarmi vorrete,

seguitemi quindi, non aspettiamo ancora,

celebriamo del nostro amore la dolce aurora.

Sebastiano

Ovunque vi seguirò, e sarete la mia signora,

del mio cuor e della mia anima, ogni giorno, ogni ora (escono).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...